Progettista

Merani

Anno di progetto

1960

Anno di varo

1965

Lunghezza fuori tutto (m)

9,20

Larghezza massima (m)

2,50

Marameo è una piccola barca di legno di serie, come ancora se ne riuscivano a costruire nei primi anni 60, prima che l'avvento della vetroresina e la grancassa pubblicitaria - che vantava l'enorme differenza tra i costi di gestione e manutenzione tra le obsolete barche in legno, che sapevano di vecchio, e le eterne nuovissime barche in fibra - rendessero non competitive o invendibili tutte le barche in legno.

Ma, fino all'avvento delle fibre non convenzionali, i regatanti hanno sempre prediletto il legno, magari lamellare per contenere i pesi... La serie di cui Marameo fa parte è l'Aliseo, una barca tutta italiana, stazzabile III classe RORC.

Mauro Mancini, grande giornalista e navigatore, su una rivista nautica del 1964 la descrive, la prova in mare e intervista il giovane e entusiasta Merani, progettista e costruttore, figlio di noti e seri costruttori. Merani cercò con questa piccola barca di vincere la guerra contro la vetroresina, mettendola sul mercato a prezzi competitivi, ma usando i migliori materiali e attrezzature - racconta Mancini, meravigliato della sua capacità di contenimento. Costava 4 milioni di lire alla boa, poco anche allora per un terza classe RORC.

"L'Aliseo ha una bella linea, naviga bene, penetra nel vento - dice Mancini che la provò con grecale teso sottocosta e raffiche a oltre 30 nodi - non insacca nel maroso, ma ci scivola sopra rimontando...". Ma perché - si domandava ironicamente Mancini - Merani non ha firmato il progetto con un bel nome inglese inventato al posto del suo? Così le barche si vendono molto meglio!

Pin It on Pinterest

Share This