Progettista

Robert Clark

Anno di progetto

1963

Anno di varo

1964

Armamento

Sloop

Numero velico

2965

Lunghezza fuori tutto (m)

8,19

Larghezza massima (m)

2,38

Robert Clark fu uno dei giovani grandi progettisti anteguerra. Alcune delle sue barche sono state famosissime macchine da regata come Ortac, Jocasta, Erivale e restano indelebili nella storia delle regate di altomare in Gran Bretagna. Portano la sua firma anche piani di barche come il Gipsy Moth III di Francis Chichester e il Sir Thomas Lipton di Geoffrey Williams, primi alla Ostar del '60 e del '68. Suo è anche il disegno di questa barca di 8,19 metri da costruirsi in serie in fibra di vetro. Il nome del tipo fu Ilaria. Il progetto venne commissionato negli anni Sessanta dalla Vetreria Italiana Balzaretti e Modigliani, e fu prodotto prima dal Cantiere Benello, poi dal Cantiere Vincenzo Catarsi. Alice è un’Ilaria di Benello. Si tratta di uno sloop dalle linee classiche, studiato per la crociera familiare e dotato di tutti i requisiti necessari per la navigazione d'altura: manovrabilità, robustezza, comfort e buon comportamento in mare anche con venti sostenuti.

Aquistata dal sig. Palumbo nel 1964 dal cantiere Benello di Livorno, la sua costruzione fu seguita direttamente dal proprietario che ha seguito i lavori spostandosi da Milano a Livorno e addirittura andando a Londra per definire gli interni con il progettista R.Clark.
Da notare gli oblò in vetro e acciaio esterno, senza guarnizioni e ed altre particolarità come la cucina in ghisa.
L’attuale proprietario l’acquistò nel 1995 dopo la morte del signor Palumbo. Alice era ancora in perfette condizioni, grazie ai regolari lavori di manutenzione presso il cantiere Romoli di Livorno. Il padre dell'attuale proprietario del cantiere era maestro d'ascia e ha realizzato l'albero in silver spruce.
Alice è stata oggetto di un refitting completo nel 2012.

Pin It on Pinterest

Share This