Cantiere di costruzione

Gino D'Este - Venezia, Italia

Progettista

Jack Laurent Giles

Anno di progetto

1956

Anno di varo

1956

Armamento

Motorsailer

Materiale scafo

Legno a fasciame classico

Lunghezza fuori tutto (m)

15,95

Lunghezza in coperta (m)

15,95

Lunghezza al galleggiamento (m)

13,10

Larghezza massima (m)

3,75

La storia del Famalù è molto particolare, narra il suo appassionato proprietario "perché il cantiere veneziano Gino d'Este era uno squero con neanche dieci metri di superficie coperta... La barca è stata così costruita mezza dentro e mezza fuori, quasi per scommessa, nel lontano 1956. E' poi passata nelle mani di diversi proprietari, quando circa 15 anni fa l'ho incontrata...".

Famalù è un motorsailer molto comodo armato a cutter - trinchetta bomata auto virante - dotato di un buon apparato motore perkins da 130 CV e di due comode cabine una a poppa e una a prua... massima privacy - servite dal proprio bagno, un bel quadrato con ampia finestratura, tuga alla Giles, e una dignitosa cabina con servizi per il marinaio sita a tutta prora.

Come altri motorsailer di Giles, Famalù - derivata dalla più piccola classe Donella, numero di progetto di Giles 287 - è una barca molto marina, abbastanza invelata da procedere a vela non appena il vento supera il regime di brezza leggera, e dimostrare la bontà delle linee d'acqua e di una carena studiata da un grandissimo ingegnere navale. La sua prua alta e fiera e lo specchio di poppa sono altri particolari distintivi della progettazione di Giles.

Pin It on Pinterest

Share This