A tallonare Valentina in tempo reale sono state l’8 M Stazza Internazionale Bamba del 1927 del milanese Guido Tommasi, tornato a navigare dopo un restauro durato quattro anni compiuto dal Cantiere Pezzini di Viareggio, e Tilly XV, il Sonder Class dell’armatore Siegfried Rittler armato a sloop aurico. Presente anche la barca scuola Capricia, yawl bermudiano del 1963 donato nel 1993 dall’avvocato Agnelli alla Marina Militare.

Nelle classifiche in tempo compensato, realizzate grazie alla collaborazione con l’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca), la vittoria finale nel raggruppamento ‘Classiche’ è andata all’11 metri Namib, sloop bermudiano varato nel 1966 dal cantiere Sangermani, che ha preceduto Chin Blu III (1965) e Madifra II (1974). Tra le ‘Epoca’ affermazione dello storico cutter aurico Vistona del 1937, seguito da Ilda e Margaret, un 8 Metri Stazza Internazionale del 1925. L’armatore Gian Battista Borea d’Olmo si è aggiudicato un ‘buono’ per un varo e alaggio gratuito presso il Marina di Scarlino.

Questi i risultati per i raggruppamenti predisposti, come nella tradizione VSV, per i confronti in tempo reale:
Classe CR1 – 1° Maria Vittoria – 2° Madifra II – 3° Gioconda
Classe EC1 – 1° Valentina – 2° Tilly XV – 3° Bamba
Classe EC2 – 1° Chin Blu III – 2° Namib – 3° Vistona
Classe EC3 – 1° Ilda – 2° Forban V – 3° Nausicaa of Harwich
Classe EC4 – 1° Mariaganciona – 2° Trilla – 3° Scilla

Pin It on Pinterest

Share This