Progettista

Olin Stephens

Anno di progetto

1937

Anno di varo

1938

Armamento

Yawl Marconi

Numero velico

226

Materiale scafo

Legno a fasciame classico

Lunghezza fuori tutto (m)

14,83

Lunghezza in coperta (m)

14,83

Lunghezza al galleggiamento (m)

10,36

Larghezza massima (m)

3,33

Tomahawk fu progettata da Sparkman & Stephens come ocean racer nel 1937 e i suoi disegni furono realizzati principalmente da Gilbert Wyland, che operò in stretta relazione con Olin Stephens. Lo yacht fu varato nel 1938 da Carl E. Kistler per Dr. Thomas Heffernan, presso il cantiere Barrett Boat Works in Spring Lake, Michigan.

L'imbarcazione fu costruita in maniera raffinata in tavole di mogano su strutture di quercia, con collegamenti in bronzo e con i tipici rinforzi in strisce di bronzo diagonali all'interno del fasciame e coperta, tipici delle costruzioni americane e introdotti dal geniale Nat Herreshoff per contrastare gli sforzi di torsione.

Coperta e interni sono in teak. E' una barca molto bella e molto marina e ci ricorda sotto vari aspetti alcuni dei progetti più famosi di Olin Stephens : Stormy Weather, Edlu, i NY 32.

Nella sua lunga vita Tomahawk ha partecipato con successo a numerose regate negli Stati Uniti, in particolare nel periodo in cui Paul W. Hyatt ne è stato l'armatore.

Circa 60 anni dopo il varo e dopo essere passata di mano numerose volte, nel 2004 si è reso necessario un intervento di totale ristrutturazione e restauro che fu effettuato in Cornovaglia presso l'Ocean Yacht Company a Penpol, sotto la direzione di Brian Pope. Olin Stephens stesso, all'epoca ancora in vita, fu consulente per il restauro. Alla richiesta di dare il suo parere sulla tipologia di restauro da adottare, fu lapidario: intervenire dalla chiglia di bronzo in su. Furono infatti sostituite tutte le ordinate, i madieri e gran parte del fasciame ed è stato realizzato un nuovo ponte di teak. Tutte le attrezzature in bronzo, molto belle, furono salvate e riutilizzate insieme agli alberi, la chiglia, il timone e i dritti originali. Il risultato è eccellente.

Dopo il restauro la barca ha dimostrato la sua stoffa anche nei tempi attuali, archiviando una bella traversata atlantica in 16 giorni e collezionando ottimi risultati sia alla Antigua Classic Week che alla British Classic Week del 2011.

Sotto la nuova proprietà inglese, Tomahawk è attualmente di base all'isola d'Elba per la gioia degli appassionati italiani di yachting d'epoca.

Pin It on Pinterest

Share This