Progettista

Alfred Mylne

Anno di progetto

1938

Anno di varo

1938

Armamento

Yawl Marconi

Materiale scafo

Legno a fasciame classico

Lunghezza fuori tutto (m)

24,08

Lunghezza al galleggiamento (m)

16,45

Larghezza massima (m)

5,06

Dislocamento (kg)

57,00

Progetto di Alfred Mylne n.390 del 1938, l'imbarcazione fu varata dal prestigioso cantiere di William Fife III nello stesso anno per James Patterson. Fu venduta subito dopo al barone Ronald Teacher, titolare della famosa azienda scozzese di wiskey.
Nel 1939 il Ministero della Marina inglese requisì Mariella per utilizzarla come nave di pattuglia della costa. In quel periodo, gli yacht venivano particolarmente utilizzati per pericolose missioni clandestine, e lo scafo in legno rendeva la navigazione più sicura dalle mine magnetiche. Nel 1946 il Ministero della Marina restituì la barca al legittimo proprietario e Teacher iniziò a utilizzare la barca per girare il mondo e gareggiare, per quasi 32 anni, nelle più importanti regate, tra cui il Fastnet Race negli anni Cinquanta, oltre a compiere più di una circumnavigazione.

Mariella è una potentissima barca da regata e ha accumulato numerosissime vittorie ovunque nel mondo. Negli anni Settanta lasciò la Scozia per il Mediterraneo, passando attraverso tre cambi di proprietà prima di essere acquistata dal californiano Vincent Domenica. Dopo alcune regate nel sud della Francia e in Italia, Domenica fece gareggiare Mariella anche nelle acque dell'Est del mondo e fu anche restaurata nei cantieri neozelandesi McMullen and Wing.

In seguito, ha partecipato - con numerosi successi - alla King's Cup in Thailandia, alla Singapore-Bali e alla Coppa Schooner a Sydney. Mariella è quindi approdata ai Caraibi, passando nel 1992 all'attuale proprietario, console italiano di Antigua e Barbuda, ottimo e agguerrito regatante. Da allora ha continuato a regatare, completando altre due circumnavigazioni e partecipando alle classiche regate in tutto l'Oceano Atlantico. Nel 2005 ha preso parte nella Transatlantic Challenge, da New York a Cowes, Isola di Wight. Tra le numerose partecipazioni, e rispettive vittorie, si ricordano importanti appuntamenti come la Antigua Classics, St Barths Bucket, Nioulargue, Settimana dell'Argentario, Porto Rotondo, Imperia.

Nel settembre 2014 ad Antigua viene danneggiata da un uragano che strappa i suoi ormeggi e la sbatte contro una banchina in cemento. Il proprietario decide di spedirla a Viareggio ai Cantieri Del Carlo per le riparazioni e un accurato restauro, a seguito del quale, dopo il XII raduno VSV, salperà per traversare l'Atlantico e tornare al suo porto di base nell'isola di Antigua, Mar dei Caraibi.

Pin It on Pinterest

Share This