Progettista

Merani

Anno di progetto

1959

Anno di varo

1961

Armamento

Sloop

Lunghezza fuori tutto (m)

9,15

Lunghezza in coperta (m)

9,00

Larghezza massima (m)

2,75

Dislocamento (kg)

5,50

Maria Speranza è una piccola barca di legno di serie, come ancora se ne riuscivano a costruire nei primi anni 60, prima che l'avvento della vetroresina rendesse non competitive economicamente tutte le barche in legno.

Ma, fino all'avvento delle fibre non convenzionali, i regatanti hanno sempre prediletto il legno, magari lamellare per contenere i pesi. La serie di cui Maria Speranza fa parte è l'Aliseo, una barca tutta italiana, stazzabile III classe RORC.

Mauro Mancini, grande giornalista e navigatore, su una rivista nautica del 1964 la descrive, la prova in mare e intervista il giovane e entusiasta Merani, progettista e costruttore, figlio dei noti e seri costruttori. Merani cercò con questa piccola barca di vincere la guerra contro la vetroresina, mettendola sul mercato a prezzi competitivi, ma usando i migliori materiali e attrezzature - racconta Mancini, meravigliato della sua capacità di contenimento. Costava 4 milioni di lire alla boa, poco anche allora per un terza classe RORC.

"L'Aliseo ha una bella linea, naviga bene, penetra nel vento - dice Mancini che la provò con grecale teso sottocosta e raffiche a oltre 30 nodi - non insacca nel maroso, ma ci scivola sopra rimontando". Ma perché - si domandava ironicamente Mancini - Merani non ha firmato il progetto con un bel nome inglese inventato al posto del suo? Così le barche si vendono molto meglio!

Pin It on Pinterest

Share This