Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Belle giornate di sole con vento da nord ovest tra gli 8 e i 12 nodi per le tre prove delle regate per Vele
Storiche, organizzate dall’associazione Vele Storiche Viareggio e lo Yacht Club Livorno durante il 25
TAN. Apprezzata dal pubblico e dai numerosissimi regatanti l’affascinante atmosfera creata in banchina
dalla flotta di queste belle barche di altri tempi.
La più grande tra imbarcazioni le partecipanti è stato il magnifico cutter aurico Lulworth, varato nel 1920 in Inghilterra su progetto di Herbert W.White; con tutte le vele a riva e i suoi 46 metri di lunghezza, il veliero ha reso spettacolari le partenze delle regate, avanzando maestoso verso le affollate linee di partenza. La più piccola è stata Zephir, un progetto di Harrison Butler di soli 6,60 m varata nel 1939. Per Manta il 25 TAN è stato è occasione di festeggiare il suo 73° compleanno: questo progetto di
Mario Tarabocchia è stato infatti varato a Lussinpiccolo il 1 maggio del 1935. Il cutter aurico del ’37 Vistona, da Porto Rotondo, è stata l’imbarcazione arrivata da più lontano.
Tra le quattordici partecipanti, la prima a tagliare la linea di partenza della prima regata è stata l'8 M S.I. Margaret, progettato da John Anker e costruito nel 1926 dal cantiere Anker e Jensen a Oslo, in Norvegia. Stesso architetto e stesso cantiere di costruzione anche per la norvegese Magda XIII, classe 1937.
La seconda regata ha avuto come ospite d‘eccezione un protagonista degli anni d’oro dello IOR italiano: il Sangermani del 1974 Chaplin, progettato da Carlo Sciarrelli per Nucci e Giovanni Novi.
Personalità di spicco delle grandi istituzioni della vela mondiale e per oltre 30 anni al comando della sua imbarcazione nel corso di numerosissime stagioni di regate, Nucci Novi ha insieme al marito voluto cedere il suo amato Chaplin alla Marina Militare Italiana lo scorso gennaio, solo un mese prima della sua improvvisa scomparsa. Al comando del CV Mario Billardello, direttore di Marivela, Chaplin è tornato – seppure al di fuori della classifica ufficiale – a ingaggiarsi tra le boe arrivando quarto sulla linea di arrivo.
Molto combattute, le regate sono state dominate nel raggruppamento 1 dal duello tra Magda XII e il velocissimo Kipawa, un progetto di Christian Jensen del 1938, e, nel secondo raggruppamento, da quello tra lo sloop di progettazione polacca del 1964 Makara e Ilda, un cutter marconi di progettazione italiana del 1946, con manovre l'82enne armatrice Maria Grazia Cioni. Alla fine hanno avuto la meglio nei rispettivi raggruppamenti Kipawa, velocissimo nonostante i suoi 70 anni, e Makara. Solitaria la prestazione di Temptation, maxi IOR classe 1983 progettato da German Frers che, senza altri contendenti nella sua categoria, è stata l’imbarcazione più veloce della flotta delle Vele Storiche di questo 25 TAN.

 

|SCARICA CLASSIFICA 1 |

|SCARICA CLASSIFICA 2 |

 

a cena su Makara
banchina
banchina0685
banchina2
Chaplin 0993 mr
estella
Estella7067
Ilda6704
Ilda7047
Kipawa 3 6921 mr
Kipawa 7139mr
Kipawa6866
Lulworth0985
Lulworth6626
Lulworth6634
Magda XIII
Magda XIII e Kipawa6871
Magda XIII, Kipawa, Lulworth 0979mr
Magda XIII6899
Makara6718mr
Manta1019
Manta7023
Margaret6734
Margaret6756
Nuvola0264
partenza vele storiche 6665 mr
partenza6667
Temptation 6884 mr
Temptation e Lulworth 6690 mr
Temptation e Magsa XIII
Temptation6767
Temptation6804
Temptation6813
Vistona6669
Zephir0683
01/35 
start stop bwd fwd