Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Amerigo Vespucci: il navigatore e la nave di ieri e di oggi
Una trentina di anni fa, si cominciò a riscoprire l'esigenza di conservare
un'imbarcazione perché testimone di un'epoca, di una cultura,
di una tradizione, di progettisti, di stili di vita; non soltanto, dunque,
per ostentazione di ricchezza o per un sen1plice fenomeno di costume
o di moda. Le vecchie signore cominciarono ad essere corteggiate, specialn1ente
se dotate di legni rari, dell'eleganza delle linee, dimostrando
i valori di un telnpo. Cominciarono a nascere le associazioni
che in Italia e all'estero avevano per scopo la promozione di tutte le
attività legate alle ilnbarcazioni d'epoca, contribuendo quindi a sostenerne
il valore, facendone conoscere le caratteristiche e la possibilità
di recuperare tramite apposite attività di restauro splendidi frutti della
architettura nautica. La tutela di questi beni è dovuta esclusivamente
all'attività svolta dai singoli e dalle associazioni; occorre quindi operare
affinché questo grande patrimonio sia ulteriormente fatto conoscere
e preservato per l'interesse culturale dell'umanità.

 

|SCARICA ARTICOLO |